Regolamento

regolamento

All’atto dell’iscrizione si richiederà di sottoscrivere il seguente Regolamento che chiarisce i rapporti degli associati che frequentano i corsi

Art. 1. Tessera Associativa e ricevuta pagamento corsi.
Si prega di conservare la ricevuta dell’avvenuto pagamento. Inoltre lei si impegna a portare con sé sempre la tessera associativa in regola con l’anno in corso, che le potrà essere richiesta in qualsiasi momento.

Art. 2. Certificato medico.
La partecipazione alle attività di Tennis, Atletica, Nuoto, Ginnastica, Ginnastica Dolce e Posturale, Danza, Ballo, richiede obbligatoriamente il certificato medico di idoneità (per la pratica sportiva non agonistica). Il certificato dovrà essere presentato solo dopo la conferma dell’attivazione del corso.

Art. 3. Attivazione dei corsi.
I corsi si attivano ad insindacabile decisione dell’Upter al raggiungimento del:

  1. Numero minimo di iscritti per coprire le spese (che varia a secondo del corso e della sede):
  2. Oppure qualora  il corso non raggiungesse il numero minimo per essere attivato, al partecipante si potrà proporre:
    • a) aumento della quota di partecipazione al corso,  in maniera proporzionale, ripartendo fra i partecipanti le quote mancanti;
    • b)  riduzione del numero di ore del corso facendo restare immutata la quota di partecipazione (meno partecipanti più tempo a disposizione a persona nell’interazione con il docente);

Nel caso che il corso viene annullato verrà restituito il contributo versato ad esclusione della quota associativa.

Art. 4. Cambiamenti di corso. Possono essere autorizzati cambiamenti di corsi fino al giorno prima dell’inizio del corso.
Dopo questa data non potranno essere autorizzati cambiamenti fatto salvo il cambiamento di livello nell’ambito della stessa materia. Il cambiamento deve essere formalizzato dalla Segreteria centrale (e secondo i casi da quella locale).

Art. 5. Cambiamenti di programmi.
Le informazioni relative ai programmi dei corsi contenute nella Grande guida sono state confermate dai docenti. E’  possibile però che tra la pubblicazione del programma e l’inizio dei corsi o il loro svolgimento alcune  situazioni possano cambiare senza che si alteri l’impianto didattico originario. In definiva le informazioni finali saranno quelle pubblicate sul sito www.upter.it.

Art. 6. Recupero delle lezioni perdute.
Le lezioni perdute per assenza volontaria non verranno recuperate. Verranno recuperate quelle a causa di indisponibilità del docente o della sede.

Art. 7. Sostituzione del docente.
Si può verificare che il docente assegnatario del corso si ritiri prima di iniziare o sia impossibilitato a proseguire il corso. Per cui sarà cura dell’Upter sostituirlo attingendo dall’albo interno dei professionisti che hanno offerto le loro prestazioni didattiche nella stessa materia. La sostituzione del docente non è mai motivo di richiesta di rimborso. L’Upter garantisce la professionalità del nuovo docente e la continuità didattica. Quest’ultima potrà avere variazioni sostanziali solo con il consenso dei partecipanti.

Art. 8. Restituzione delle quote.
I contributi ai corsi vanno restituiti solo nel caso in cui i corsi: a) non vengano attivati per il non raggiungimento del numero minimo di iscritti; b) per indisponibilità della sede prescelta. La quota associativa e il contributo al corso sono nominativi, per cui non potranno essere trasferiti ad altra persona, anche se familiare. LA QUOTA ASSOCIATIVA NON VERRA’ MAI RIMBORSATA. Il contributo ai corsi non verrà restituito in caso di sostituzione del docente (articolo 7). Non verrà riconosciuto nessun rimborso per le assenze dalle lezioni. 

Art 9. Durata dei crediti.
Le lettere di credito o i crediti relativi ai corsi non attivati hanno una durata di 1 anno accademico, ovvero si estinguono alla data del 30 giugno dell’anno successivo al loro rilascio. Entro i termini di cui prima è possibile chiedere il rimborso della somma relativa al contributo ai corsi, essendo la quota associativa non rimborsabile, oppure utilizzare il credito per partecipare ad altri corsi. Rammentiamo che aderendo all’Upter di assume la carica di socio a tutti gli effetti e che tutte le cifre relative ai corsi sono da considerarsi contributi del socio alle spese di realizzazione del o dei corsi e che con la chiusura del bilancio sociale saranno integrate alle entrate devolute dai soci all’associazione.

Art. 10. Condotta dell’associato e del frequentatore corsi.
Il firmatario del presente regolamento si impegna a rispettarne le norme contenute e a collaborare con i docenti alla buona riuscita delle attività culturali e didattiche, rispettando i tempi delle lezioni, intervenendo senza interrompere docenti e altri partecipanti, permettendo il normale svolgimento del programma della lezione e del ciclo delle lezioni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter