i livelli cils

CERTIFICAZIONE CILS

I livelli

Il sistema di Certificazione CILS copre tutti i sei livelli di competenza linguistico-comunicativa individuati dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

I Livelli CILS individuano una competenza linguistico-comunicativa progressivamente più ampia. Ogni livello CILS è autonomo e completo: la certificazione di ogni livello dichiara un grado di capacità comunicativa adeguato a specifici contesti sociali, professionali, di studio.

Livelli QCERLivelli CILS
Apprendente
basico
A1

CILS A1

  • Modulo Bambini
  • Modulo Adolescenti
  • Modulo per l’Integrazione in Italia
  • Modulo Adulti
A2

CILS A2

  • Modulo Bambini
  • Modulo Adolescenti
  • Modulo per l’Integrazione in Italia
  • Modulo Adulti
Apprendente
indipendente, autonomo
B1

CILS UNO – B1
CILS UNO – B1 ADOLESCENTI

B2

CILS DUE – B2

Apprendente
competente
C1

CILS TRE – C1

C2

CILS QUATTRO – C2

I livelli CILS e spendibilità del certificato

LIVELLO CILS A1

Il livello A1 è il livello di avvio del processo di apprendimento dell’italiano. Verifica la capacità di comprendere brevi testi e utilizzare espressioni di uso quotidiano. L’apprendente è in grado di presentare se stesso, fare domande e rispondere su argomenti personali, di interagire in modo semplice.

Il livello CILS A1 è destinato ad apprendenti con competenze iniziali in italiano lingua straniera In questa fase il processo di apprendimento è fortemente influenzato da fattori interni ed esterni come l’età, il contesto, la motivazione. Per questo motivo sono stati elaborati diversi modelli di certificazione per le diverse tipologie di pubblico che si accostano allo studio della lingua italiana. Tali moduli hanno una struttura e un formato simili, ma sono diversi per contesti comunicativi, tipi e generi testuali, contenuti. Ai fini della valutazione della competenza linguistico-comunicativa gli apprendenti/candidati devono saper gestire i contesti e le interazioni comunicative previste nel modulo corrispondente alle proprie caratteristiche.

I moduli sono i seguenti:

  • A1 modulo per l’integrazione in Italia
  • A1
    A1 bambini (8 -11 anni)
  • A1 adolescenti (12 -16 anni)

SPENDIBILITÀ DEL LIVELLO CILS A1

La funzione del livello CILS A1 varia a seconda del tipo di pubblico a cui il modulo di Certificazione è rivolto. In generale, essa rappresenta uno strumento utile per sostenere e rafforzare la motivazione dell’apprendente. I moduli per bambini e ragazzi a scuola possono costituire un valido strumento per gli insegnanti curricolari che in questo modo vedono verificato lo sviluppo della competenza linguistico-comunicativa dei propri allievi.

Per gli alunni della scuola rappresenta uno strumento per vedere riconosciuto il proprio sforzo di apprendimento della lingua italiana.

Per gli adulti il livello A1 dimostra il possesso di una competenza minima, ma utile alla gestione della interazione quotidiana anche in ambiente di lavoro.

LIVELLO CILS A2

Il livello CILS A2 attesta una competenza iniziale, in via di formazione, non del tutto autonoma dal punto di vista comunicativo. L’apprendente comprende frasi ed espressioni usate frequentemente in ambiti di immediata rilevanza. È in grado di comunicare in scambi semplici su argomenti familiari e comuni.

Il livello CILS A2 è destinato ad apprendenti con competenze iniziali in italiano lingua straniera In questa fase il processo di apprendimento è fortemente influenzato da fattori interni ed esterni come l’età, il contesto, la motivazione. Per questo motivo sono stati elaborati diversi modelli di certificazione per le diverse tipologie di pubblico che si accostano allo studio della lingua italiana. Tali moduli hanno una struttura e un formato simili, ma sono diversi per contesti comunicativi, tipi e generi testuali, contenuti. Ai fini della valutazione della competenza linguistico-comunicativa gli apprendenti/candidati devono saper gestire i contesti e le interazioni comunicative previste nel modulo corrispondente alle proprie caratteristiche.

I moduli sono i seguenti:

  • A2 modulo per l’integrazione in Italia
  • A2
  • A2 bambini ( 8 -11 anni)
  • A2 adolescenti (12 -16 anni)

SPENDIBILITÀ DEL LIVELLO CILS A2

La funzione del livello CILS A2 varia a seconda del tipo di pubblico a cui il modulo di Certificazione è rivolto. In generale, esso rappresenta uno strumento utile per sostenere e rafforzare la motivazione dell’apprendente. I moduli per bambini e ragazzi a scuola possono costituire un valido strumento per gli insegnanti curricolari che in questo modo vedono verificato lo sviluppo della competenza linguistico-comunicativa dei propri allievi. Per gli allievi rappresenta uno strumento per vedere riconosciuto il proprio sforzo di apprendimento della lingua italiana.
Per gli adulti il livello A2 dimostra il possesso di una competenza minima, ma utile alla gestione della interazione quotidiana anche in ambiente di lavoro.

 

LIVELLO CILS UNO-B1

Il Livello CILS UNO-B1 attesta la competenza nel profilo dell’apprendente autonomo. Verifica le capacità comunicative necessarie per usare la lingua italiana con autonomia e in modo adeguato nelle situazioni più frequenti della vita quotidiana. Consente di comunicare in italiano nelle situazioni di tutti i giorni in forma sia scritta sia orale, di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari, di leggere i testi più diffusi ed utili.

 

SPENDIBILITÀ DEL LIVELLO CILS UNO-B1

L’apprendente con questo livello di competenza è in grado di affrontare un viaggio e un soggiorno in Italia, di comunicare in italiano nelle situazioni di tutti i giorni in forma sia scritta sia orale, di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari, di leggere i testi più diffusi ed utili.

Per quanto riguarda l’utilizzazione nel mondo del lavoro, è il livello adeguato per diverse figure di personale che opera presso strutture italiane all’estero: autisti, commessi, personale ausiliario anche presso le Camere di Commercio, tecnici dell’area funzionale.

È anche il livello minimo per poter svolgere un corso di formazione professionale: ad esempio, per assistenti familiari, alla persona.

È il livello adeguato per gli adolescenti che hanno frequentato i primi due anni di scuola secondaria superiore all’estero (14-16 anni) e per gli immigrati stranieri che hanno partecipato a corsi per il conseguimento della licenza elementare.

Per quanto riguarda i contesti di lavoro in Italia, è il livello che consente autonomia in funzioni professionali semplici.

LIVELLO CILS DUE-B2

Il Livello CILS DUE-B2 attesta la piena autonomia della competenza comunicativa in italiano come lingua straniera. Il candidato a questo livello è in grado di comunicare efficacemente durante un soggiorno in Italia per motivi di studio e in un contatto sistematico con la società italiana per motivi di lavoro.

SPENDIBILITÀ DEL LIVELLO CILS DUE-B2

È il livello minimo di competenza per l’accesso al sistema universitario italiano (ai sensi di una apposita circolare interministeriale pubblicata ogni anno dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e dal Ministero degli Affari Esteri), per realizzare un ciclo di studi entro un progetto di mobilità breve di studenti ma anche di docenti e ricercatori, per fruire di borse di studio concesse dallo Stato italiano e per svolgere un periodo di tirocinio presso un corso di diploma o presso aziende.

È il livello adeguato per diverse figure di personale che opera presso strutture italiane: ad esempio, collaboratori amministrativo-contabili, archivisti, addetti alla documentazione, assistenti sociali e personale medico.

È il livello adeguato per svolgere il triennio della scuola superiore (16-18 anni), per svolgere corsi di formazione per mediatore linguistico nelle classi di scuola di base con figli di immigrati stranieri.

È il livello ottimale per gli immigrati stranieri in Italia che hanno partecipato ai corsi per il conseguimento del diploma di scuola media. Consente la gestione autonoma di contesti lavorativi che implicano compiti comunicativi complessi.

LIVELLO CILS TRE-C1

Il Livello CILS TRE-C1 si colloca nella fascia alta del modello QCER; è il livello della padronanza nella competenza in italiano come lingua straniera: prevede un ampliamento  dell’area degli usi linguistici e dei contesti di comunicazione. Permette di comunicare non solo in situazioni tipiche della vita quotidiana, ma anche nei rapporti formali per scopi sociali, accademici e professionali. Chi possiede questo livello è in grado di interagire oralmente e per scritto con enti pubblici, aziende ecc. dimostrando di saper assumere un ruolo adeguato alla situazione.

 

SPENDIBILITÀ DEL LIVELLO CILS TRE-C1

È il livello adeguato per diverse figure di personale che operano presso strutture italiane: funzionari scolastici di nazionalità straniera, funzionari che operano presso le Istituzioni europee e presso alcuni settori dell’Amministrazione italiana, docenti e personale docente supplente in scuole italiane o legalmente riconosciute che impartiscono l’insegnamento in lingua straniera, assistenti legali, responsabili amministrativi e contabili, specialisti presso Camere di Commercio.

È il livello adeguato per frequentare una scuola universitaria di specializzazione o un corso di perfezionamento; per fare il mediatore linguistico nelle classi di scuola di base con figli di immigrati stranieri in Italia; per svolgere un periodo di tirocinio presso un corso di studio su tematiche legate all’insegnamento dell’italiano a stranieri.

LIVELLO CILS QUATTRO-C2

Il Livello CILS QUATTRO-C2 è quello della piena padronanza della competenza in italiano come lingua straniera: prevede un ulteriore ampliamento degli usi linguistici rispetto al livello CILS TRE-C1 e la reale capacità del candidato di dominare una vasta gamma di situazioni comunicative, tutte le situazioni informali e formali di comunicazione, così come quelle professionali. Il candidato deve dimostrare un’ottima padronanza della lingua italiana, anche se non completamente equiparabile a quella di un parlante nativo.

 

SPENDIBILITÀ DEL LIVELLO CILS QUATTRO-C2

È il livello che deve possedere uno straniero che voglia insegnare la lingua italiana, essendo il livello ottimale per docenti e personale supplente che insegna all’estero nelle scuole italiane statali o legalmente riconosciute con insegnamento impartito in lingua italiana.

È il livello ottimale per docenti di lingua e cultura italiana (corsi legge 153/71), per interpreti e traduttori presso la rete diplomatico-consolare. Per quanto riguarda l’ambito della formazione è il livello ottimale per chi frequenta corsi di diploma o di laurea per insegnanti di italiano a stranieri, un corso di perfezionamento o una scuola di specializzazione su tematiche legate all’insegnamento dell’italiano a stranieri.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter